Listino 13 Dicembre 2017

Ciao a tutti,

Il nuovo listino per mercoledì 13 Dicembre è disponibile.

Come sempre siamo lieti se venite ad aiutare nell’organizzazione del GAS, anche in maniera saltuaria, soprattutto in considerazione del fatto che i soci sono aumentati, quindi il lavoro è molto: LA PARTECIPAZIONE DI TUTTI è FONDAMENTALE.

Come sempre le “istruzioni per l’uso” del Gruppo d’Acquisto sono disponibili alla pagina IL GAS”.

Annunci

Caci e legumi della Valnerina

Una proposta di AIAB per domenica 20 maggio:

Cascia, Azienda Moretti-De Carolis, Fattoria Opagna, Azienda Rossi Rita

“Caci e legumi della Valnerina” 

Visita alle aziende di Cascia che forniscono il GODO di formaggi, vaccini e ovi caprini, il farro, la roveja e le lenticchie. Un giro nelle aziende Moretti, fattoria Opagna e Rossi, per degustare e conoscere la storia dei prodotti e la tecnica di preparazione

Programma

ore  10.00 ritrovo a Opagna 
ore 10.30  incontro con l’azienda Moretti – De Carolis
ore 11.30   visita al caseificio della Fattoria Opagna
ore 13.00   pranzo                       
ore 15.30   Visita all’azienda Rossi caseificio e mungitura 

Quota di partecipazione compreso pranzo 12 € i bambini sotto i 10 anni non pagano      

PER INFO E PRENOTAZIONI (entro due giorni dalla data dell’iniziativa)075.5150265 – aiab.umbria@aiab.it     

Crespelle integrali

Regalatevi questo primo in un giorno di festa! Ingrediente fondamentale? Il tempo!!!

Per le crepes (circa 20):
6 cucchiai di farina integrale “I piani di Costacciaro”
6 uova
2 bicchieri di latte di soia bio

Per il ripieno:
100 gr di burro
2 cucchiai di farina tipo 0
500 ml di latte di soia bio
sale, pepe e noce moscata
una piccola verza tritata
una cipolla rossa tritata
2 carote tritate
abbondante parmigiano

Per le crepes: mescolare la farina con il latte, poi aggiungere le uova una alla volta e mescolare bene. Lasciar riposare l’impasto per almeno mezz’ora, poi scaldare bene una padella, ungerla leggermente di olio e iniziare con la cottura delle crepes. Tenere le crepes da parte.

Per la besciamella: far sciogliere il burro, unire la farina e preparare il roux. Aggiungere il latte mescolando con una frusta e portare a bollore, fuori dal fuoco, condire con sale, pepe e noce moscata.

Cuocere le verdure tritate in padella con un filo di olio e condendole con sale e pepe, saltare velocemente in padella portando a cottura le verdure.

Mescolare le verdure con la besciamella, distribuire il condimento sulle crepes, spolverizzare con parmigiano grattugiato e arrotolare le crepes. Tagliarle in 4 parti e sistemare i rotolini sulla teglia. Completare con il parmigiano grattugiato e cuocere in forno per almeno mezz’ora a 180° o fino a doratura.

Caponata di carciofi

Per 6 persone:

8 carciofi
il succo di un limone (per evitare che i carciofi si anneriscano)
2 coste di sedano
100 gr di olive verdi denocciolate
2 cucchiai di pinoli
1 cucchiaio di capperi dissalati (sciacquandoli sotto l’acqua corrente)
1 dl di aceto
10 gr di zucchero
300 gr di polpa di pomodoro
1 cipolla
6 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale – pepe – basilico fresco

Dopo aver pulito i carciofi, cuocerli tagliati a spicchi con olio, sale e pepe in padella per 8-10 minuti.

Per la salsa: lavare e tagliare a rondelle il sedano, tritare la cipolla, farla soffriggere con l’olio in padella, aggiungere il pomodoro e il sedano, sale e pepe, cuocere coperto per una ventina di minuti. Unire alla salsa le olive, i capperi, il basilico, l’aceto e lo zucchero, lasciar cuocere scoperto per altri 5 minuti. Distribuire i carciofi sul piatto da portata, ricoprire con il condimento e lasciar riposare almeno per due ore. Prima di servire, scaldare in forno per qualche minuto, nel frattempo tostare in padella i pinoli, infine distribuirli sulla caponata.

 La ricetta è tratta dal numero di gennaio 2012 del mensile Cucina no problem.

Minestrone di verdure

Ricetta di una semplicità unica…ma, chissà perché, ho avuto tutto l’inverno per cucinarlo e l’ho fatto ieri…ché ormai è primavera!!!

un bicchiere di fagioli borlotti secchi (Dolci Giuseppina)
una cipolla rossa
tre carote medie pelate e lavate
tre patate piccole sbucciate
1/2 cavolfiore bianco suddiviso a piccole cimette
un piccolo cespo di bieta
olio – sale – acqua q.b.

Due giorni prima mettere a bagno i fagioli, il giorno prima lessare i fagioli in abbondante acqua non salata, scolarli e metterli da parte.

Tritare finemente la cipolla e farla soffriggere nell’olio in una pentola capiente. Aggiungere le carote e le patate a dadini, le cimette di cavolfiore e infine la bieta lavata accuratamente e tagliata a pezzetti.

Aggiungere sale e acqua e far bollire per circa 20 minuti. Aggiungere anche i fagioli già cotti il giorno prima e terminare la cottura. Servire il minestrone tiepido con bruschette di pane, un filo di olio a crudo e pepe nero macinato al momento, se piace.

Croccante di miglio soffiato al cioccolato

Grazie ad un bel regalo ricevuto per Natale…ecco un dolcetto veloce veloce!

La ricetta è tratta da “La scatola sale in zucca 100% cioccolato”, con un paio di modifiche, ovviamente! Miglio al posto del riso, cioccolato fondente al posto di quello al latte…ma senza re-interpretazione non siamo contenti!

100 gr di miglio soffiato
2 cucchiai di miele
1 cucchiaio di zucchero grezzo di canna
250 gr cioccolato fondente sciolto a bagnomaria
100 gr cioccolato fondente sciolto per la copertura
50 gr burro

Sciogliere miele e zucchero in una padella, farci saltare il miglio, ricoprendolo bene e facendolo tostare a fuoco alto. Aggiungere il cioccolato fuso a bagnomaria (250 gr) con il burro e mescolare bene.

Stendere il composto su una teglia da forno rettangolare ricoperta di carta da forno e spianare bene con una spatola. Ricoprire con gli altri 100 gr di cioccolato fuso a bagnomaria e lasciar raffreddare.

Tagliare a quadrotti e servire!!!

Cake al radicchio rosso – di Laura

Grazie Laura per l’invio di questa ricetta…molto molto invitante!!

Ingredienti:

180 gr di farina
3 uova
1 dl di latte
100 gr di grana grattugiato
1 dl di olio di oliva o di semi di mais
1 cespo di radicchio rosso (io ho usato quello di chioggia)
mezza bustina di lievito per torte salate
burro e farina per lo stampo
sale e pepe q.b.
pinoli per guarnire

Procedimento:

Lavare il radicchio, asciugarlo, tritarlo piuttosto fine e farlo appassire con un filo di olio extra vergine di oliva e un pizzico di sale.
In una terrina mettere la farina, il grana e il lievito; unire le uova leggermente sbattute, il latte e l’olio rimasto.
Aggiungere il radicchio, regolare di sale e pepe e mescolare per bene. Trasferire l’impasto in uno stampo imburrato e infarinato, spolverarlo di pinoli, mettere nel forno già caldo a 180° e cuocere per circa 40/50 minuti, come sempre fa fede la prova stecchino.

Ricetta buonissima! da provare! E poi dura almeno 5 giorni!