Prepariamo il cardo

 

Il cardo è buonissimo, purtroppo però, spinoso e fibroso com’è, mette un po’ in difficoltà chi lo deve cucinare, restando a volte amaro, a volte “stopposo”

Ecco allora alcuni passaggi, fotografati passo per passo, per ottenere un cardo tenero e dolce alla fine della cottura.

Ci serviranno due coltelli ben affilati, uno più grande per tagliare le foglie esterne e il fondo, uno più piccolo per rifinire.

Tagliamo il fondo,

iniziamo a togliere i bordi “pungenti” delle coste,

e togliamo la parte alta della costa, di solito un po’ rovinata,

togliamo ora la parte fibrosa della costa tagliandola con il coltellino,

ed infine la pellicina interna (che se non viene tolta rende amaro il cardo),

tagliare in pezzi e lasciarlo in acqua acidulata con limone o aceto di mele.

Terminata la pulizia del cardo, preparare con due cucchiai di farina e un cucchiaio di acqua una pastella abbastanza liquida, che servirà durante la cottura.

Versare la pastella nella pentola con l’acqua,

mescolare bene ed aggiungere i pezzi di cardo scolati e sciacquati, lasciar cuocere per circa 35-40 minuti.

Annunci