Croccante di miglio soffiato al cioccolato

Grazie ad un bel regalo ricevuto per Natale…ecco un dolcetto veloce veloce!

La ricetta è tratta da “La scatola sale in zucca 100% cioccolato”, con un paio di modifiche, ovviamente! Miglio al posto del riso, cioccolato fondente al posto di quello al latte…ma senza re-interpretazione non siamo contenti!

100 gr di miglio soffiato
2 cucchiai di miele
1 cucchiaio di zucchero grezzo di canna
250 gr cioccolato fondente sciolto a bagnomaria
100 gr cioccolato fondente sciolto per la copertura
50 gr burro

Sciogliere miele e zucchero in una padella, farci saltare il miglio, ricoprendolo bene e facendolo tostare a fuoco alto. Aggiungere il cioccolato fuso a bagnomaria (250 gr) con il burro e mescolare bene.

Stendere il composto su una teglia da forno rettangolare ricoperta di carta da forno e spianare bene con una spatola. Ricoprire con gli altri 100 gr di cioccolato fuso a bagnomaria e lasciar raffreddare.

Tagliare a quadrotti e servire!!!

Annunci

Tarallini al vino

Visto che, indirettamente, parliamo di cibo, una ricetta ogni tanto non ci sta male!

I tarallini al vino sono semplici e veloci da preparare, anche se per cuocerli ci vuole un po’ di tempo…ma si può sempre ridurre la quantità!

Che gli ingredienti sono tutti biologici è inutile starlo a ribadire!

Per questi taralli ho utilizzato:

1 tazza di vino bianco
1 tazza di olio di semi di girasole
1 tazza di zucchero di canna
farina di farro e farina tipo 2 q.b.

Sciogliere lo zucchero di canna nel vino, mescolare con l’olio e aggiungere la farina quanto basta per ottenere un impasto morbido e non appiccicoso. Formare con dei pezzi di impasto dei rotolini, spezzarli della lunghezza di un dito e avvolgerli su se stessi a formare il tarallo. Passare la parte superiore del tarallo nello zucchero e cuocere in forno a 180 gradi per circa 10 minuti (si capisce poi la cottura dal colore che dorato).

Lasciar raffreddare su una gratella e gustare…sono ottimi per diversi giorni.

note: si possono modificare gli ingredienti a piacimento, utilizzando vino rosso, oppure altri tipi di zucchero, anche se personalmente sull’uso zucchero raffinato ho parecchi dubbi e se posso lo evito. In questi taralli l’uso dello zucchero di canna non danneggia in alcun modo il risultato per cui, perché non provare?